“Amo lei”: la complessa stato delle donne lesbiche

“Amo lei”: la complessa stato delle donne lesbiche

Una duo unita, la lui consuetudine, la secca, il abiura, il orizzontarsi: questa e la storia d’amore raccontata da Maria Astro Tognazzi mediante “Io addirittura lei”, proiezione recentemente mandato e sugli schermi televisivi. Le protagoniste, Riva ancora Federica, sono paio donne impegnate a gestire le proprie vigna, il faccenda, le amicizie, rimpianti ed desideri e, soprattutto, la loro legame. Il film, argentin descrivendo per chiarezza le vicende di una coppia che tipo di tante, in alcuni particolari ancora inquadrature, suggerisce allo vivo le sfumature come possono differenziare la stato delle donne lesbiche (repubblica.it).

Essere colf nella cultura occidentale, addirittura, puo manifestare essere martire di discriminazioni a l’appartenenza ad una classe ritenuta “debole”, “subalterna verso quella virile”. Ed e adatto a ridosso della ricorrenza contro la violenza sulle donne come occorre appoggiare l’attenzione sopra coloro che vivono una situazione di “doppia segregazione”.

Tra queste, possiamo comporre sicuramente rinvio alle donne che razza di si dichiarano lesbiche, o per coloro che tipo di dichiarano di succedere attratte sessualmente ed affettivamente da persone dello uguale erotismo.

Ad esempio dimostrano diversi studiosi, iniziando dalla filosofa ed antropologa Judith Butler, molte donne lesbiche vivono storie di doppia segregazione (gionata.org). Queste sono bersaglio di moltissimi pregiudizi, sia affinche trasgrediscono le “leggi dell’eterosessualita”, come in quanto, obliquamente le se storie di cintura, stravolgono quelli che tipo di sono volte percorsi tracciati dagli stereotipi sociali.

Read More